dettaglio del sistema adiabatico spray

SISTEMA ADIABATICO SPRAY

Utilizzo:
Sistema di nebulizzazione d’acqua che aumenta le prestazioni dell’apparecchio ventilato: l’aria in aspirazione viene investita da una sottilissima nebbia di goccioline d’acqua generata da appositi ugelli. Per effetto della saturazione adiabatica si ottiene un abbattimento della temperatura dell’aria con il conseguente aumento dell’efficienza dello scambiatore.

Descrizione:

  • Quadro di controllo montato e cablato. Il controllo del sistema adiabatico è gestito dal regolatore di giri installato a bordo dell’apparecchio ventilato (R, I oppure U).
  • Elettrovalvole per il controllo e lo scarico del sistema.
  • Termostato di sicurezza per lo scarico del sistema nei mesi invernali.
  • Riduttore di pressione per la taratura alla pressione necessaria per la nebulizzazione.
  • Pressostato di controllo.
  • Sistema elettromagnetico SOFTWATER per evitare il deposito di calcare sul pacco alettato.
  • Tubature in materiale plastico resistente UV.

TEORIA
  • La temperatura di saturazione adiabatica è una proprieta termodinamica dell'aria umida. Essa corrisponde alla temperatura raggiungibile dall’aria nel caso in cui si giunga alle condizioni di saturazione attraverso una trasformazione adiabatica.
  • La temperatura di saturazione adiabatica risulta inferiore a quella iniziale poiche l'acqua che evapora sottrae calore; essa e tuttavia superiore alla temperatura di rugiada, in quanto la stessa evaporazione innalza la pressione parziale del vapore acqueo.
ESEMPIO
Condizioni Aria Ambiente: TAMB = 32,0°C Umidita relativa R.H. = 50%
Condizioni Aria di Calcolo: TCALC = 26,3°C Umidita relativa R.H. = 80%
grafico che mostra l’aumento delle prestazioni dell’apparecchio ventilato
  • La saturazione adiabatica, resa possibile dal Sistema Adiabatico Spray, permette di ottenere un incremento dell’umidita relativa del 30% (ΔR.H. = 30%) ed un valore massimo dell’80% (R.H. = 80%).

VANTAGGI
  • L’apparecchio ventilato può essere dimensionato considerando una temperatura di calcolo di ingresso dell’aria molto inferiore rispetto alla temperatura ambiente (TCALC << TAMB) (vedere l'esempio).
  • E' possibile selezionare apparecchi ventilati di dimensioni più piccole e con superficie inferiore dello scambiatore di calore.
  • E' possibile utilizzare l’apparecchio ventilato per raffreddare il liquido ad una temperatura inferiore a quella dell'aria ambiente.
  • Il Sistema Adiabatico Spray abbinato all’utilizzo di ventilatori a commutazione elettronica “EC”, al PLC “Intelliboard” o ad un Regolatore di giri, riduce il consumo di energia elettrica, i Livelli di Emissioni Sonore ed ottimizza il consumo d’acqua.
  • Nessun rischio di proliferazione della legionella.

PRINCIPIO DI FUNZIONAMENTO
L’abbattimento della temperatura dell’aria ed il conseguente aumento dell’efficienza dello scambiatore si ottiene nebulizzando acqua in aspirazione dall’apparecchio ventilato.
L’aria viene investita da una sottilissima nebbia di goccioline d’acqua generata da speciali ugelli nebulizzatori: viene quindi umidificata e raffreddata con valori che cambiano a seconda delle condizioni di esercizio.
Grazie a questa soluzione estremamente efficace ed affidabile, la temperatura dell’aria in ingresso può essere ridotta di oltre 5K.
disegno del Sistema Adiabatico Spray che permette di ottenere un incremento dell’umidità relativa del 30%

REFRION S.r.l. Vicolo Malvis, 1 - 33030 Flumignano di Talmassons (UD) - P.IVA 03094850231

DRY COOLER | GAMMA DRY COOLER