< INDIETRO
primo piano di ventole

REFRION SI CONSOLIDA IN EUROPA E SBARCA NEL MERCATO GIAPPONESE OPERAZIONE 'GRANDE ORIENTE'

IL GRUPPO FRIULANO È TRA I PIÙ IMPORTANTI E INNOVATIVI PLAYER EUROPEI NEL SETTORE DEL CONDIZIONAMENTO: PER IL 2014 PREVISTA UNA CRESCITA DEL 25%

23/01/2014

Nessun riferimento a sette massoniche, ma semplicemente alle grandi opportunità industriali e commerciali che possono derivare dal mercato del Far East.
Dopo aver consolidato la propria presenza nel mercato europeo, infatti, il gruppo friulano Refrion ha appena completato la sua prima fornitura in Oriente, realizzando scambiatori industriali di calore per la sede a Tokyo della compagnia telefonica giapponese Ntt. "Questo a riprova – commenta il Ceo Daniele Stolfo - che l’Oriente non va visto solo come un territorio da temere, ma come un’opportunità. E a dimostrazione, inoltre, che l’industria italiana, nonostante tutte le difficoltà interne, rimane competitiva nel mondo, a patto del costante impegno sul fronte dell’innovazione, come Refrion fa da sempre". Oltre a quello del condizionamento, il settore industriale si sta rivelando un mercato interessante da aggredire, tanto che Refrion ha messo in catalogo nuovi macchinari di potenza e dimensioni adeguate alle richieste dei grossi committenti orientali. Nel dicembre scorso, una delegazione giapponese è stata in visita allo stabilimento di Flumignano per testare le 6 unità che hanno egregiamente passato l’esame e che attualmente sono in trasferimento verso la destinazione finale: il tetto della compagnia telefonica nipponica. "Il successo della nostra azienda - aggiunge Stolfo – è frutto dello spirito di squadra e di adattamento che siamo riusciti a costruire all’interno del gruppo. Essere proattivi e confezionare soluzioni su misura è da sempre la nostra carta vincente". Già prima dell’inizio della crisi, la strategia aziendale ha riguardato sia lo sviluppo di prodotto, ampliando l’offerta di impianti al settore industriale e ai data center, sia la diversificazione dei mercati. Oltre allo sbarco in Oriente, infatti, Refrion si sta rafforzando in Europa. Ha appena creato una nuova azienda commerciale con sede ad Andover in Inghilterra, che va ad aggiungersi a quelle in Svizzera e Russia, e che opererà anche a livello internazionale per la sua particolare vocazione industriale. A Londra la società friulana, infatti, ha già firmato prestigiosi impianti come l’energy centre del Parco olimpico e quello del Sea Containers House, uno dei più imponenti edifici situati sulla riva sud del Tamigi. Il gruppo Refrion, attivo dal 2002 inizialmente con il marchio X-Change, attualmente conta unità produttive in Friuli, precisamente a Flumignano di Talmassons e a Villa Santina, e in Carinzia a Hermagor, nelle quali occupa 95 dipendenti. Ha chiuso il 2013 con un fatturato vicino ai 21 milioni di euro, mentre l’obiettivo per l’anno appena iniziato è di raggiungere i 26 milioni, con un incremento quindi del 25 per cento.

REFRION S.r.l. Vicolo Malvis, 1 - 33030 Flumignano di Talmassons (UD) - P.IVA 03094850231

DRY COOLER | GAMMA DRY COOLER